L'analisi della tiroide della donna incinta è importante?

L’analisi della tiroide della donna incinta è importante?

Durante i primi mesi di gravidanza, il feto dipende principalmente dalla madre per fornirgli ormoni tiroidei che sono importanti per lo sviluppo del suo cervello, se la madre ha ipotiroidismo e non produce abbastanza ormone tiroideo, che può influire negativamente sul feto , quindi il suo QI può diminuire o le sue funzioni psicomotorie sono permanentemente compromesse e irreversibili, quindi si consiglia di fare un’analisi della funzione tiroidea per tutte le donne in gravidanza alla loro prima visita dal medico per controllare bene la condizione e somministrare alla madre l’ormone tiroideo i farmaci sostitutivi aumentano le possibilità di avere un bambino sano e non è influenzato dall’ipotiroidismo, nel nostro articolo parliamo di questa analisi per le donne in gravidanza e il range normale, e sappiamo se il trattamento della tiroide danneggia la donna incinta, quindi seguiteci.

 Analisi della tiroide per donne in gravidanza

Le malattie della tiroide sono le seconde malattie endocrine più comuni e colpiscono le donne in età fertile e l’ipotiroidismo è più comune nelle donne in gravidanza rispetto all’ipertiroidismo (una condizione in cui la ghiandola tiroidea secerne più ormoni del normale) e durante la gravidanza c’è un differenza nella stimolazione della ghiandola tiroidea, che porta a un cambiamento Focalizzare i suoi ormoni per soddisfare le esigenze della madre e del feto, che può aumentare le possibilità di sviluppare malattie, ma se scoperte, di solito vengono trattati i problemi alla tiroide e la gravidanza è completata con successo, quindi l’ analisi della funzione tiroidea  è molto importante, sia se iniziare un trattamento alternativo se la donna ha un problema in gravidanza o regolare le dosi di Farmaci ormonali se aveva la malattia e stava assumendo farmaci prima della gravidanza.

Tra i test eseguiti durante la gravidanza per controllare la tiroide:

  • L’ormone triiodotironina T3, prodotto dalla ghiandola tiroidea per regolare i processi del corpo.
  • La tetraiodotironina, o T4, è l’ormone principale prodotto dalla ghiandola tiroidea che è importante per il metabolismo e la crescita.
  • Ormone stimolante la tiroide (TSH), un ormone prodotto dalla ghiandola pituitaria nel cervello per stimolare la ghiandola tiroidea a produrre i suoi ormoni.
  • L’analisi degli anticorpi contro l’enzima perossidasi tiroidea e l’enzima perossidasi tiroidea è importante nella produzione di ormoni tiroidei e in alcune malattie autoimmuni (malattie in cui il sistema immunitario attacca le cellule sane del corpo), gli anticorpi attaccano erroneamente la ghiandola tiroidea e le sue funzioni diminuiscono e questa analisi mostra la presenza o meno di questi anticorpi. La sua presenza può significare un’infezione.

Nel paragrafo successivo, impariamo i normali tassi di test della tiroide.

L’intervallo normale per una ghiandola tiroidea incinta

I tassi normali dei test di funzionalità tiroidea nelle donne in gravidanza differiscono da quelli delle donne non in gravidanza. La gravidanza esercita una pressione sulla ghiandola tiroidea e aumenta le sue dimensioni al 10% e la produzione degli ormoni “T3” e “T4” aumenta a 50 %, che può dare un segnale per l’ormone stimolante la tiroide “TSH” per ridurne la produzione, La sua percentuale nelle donne in gravidanza è inferiore a quella nelle donne non gravide, quindi il tasso normale suggerito per questo ormone è:

  • Nel primo trimestre di gravidanza, da 0,1 a 2,5 μIU / ml.
  • Nel secondo trimestre di gravidanza, da 0,2-3 μIU / ml.
  • Nell’ultimo trimestre di gravidanza da 0,3 – 3 μIU / ml.

In uno studio scientifico condotto su 540 donne in gravidanza in buona salute in diverse fasi della gravidanza tra gennaio 2012 e giugno 2015, è stato riscontrato che i tassi normali di funzionalità tiroidea sono i seguenti:

  • Tiroxina libera:
  1. Nel primo trimestre di gravidanza, da 0,8 a 53 ng / dL.
  2. Nel secondo trimestre di gravidanza, da 0,7 a 1,2 ng / dL.
  3. Nell’ultimo trimestre di gravidanza da 0,7 – 1,2 ng / dL.
  • Triiodotironina:
  1. Nel primo trimestre di gravidanza, è 0,9 – 2,51 ng / ml.
  2. Nel secondo trimestre di gravidanza, da 1,99 a 87 ng / ml.
  3. Nell’ultimo trimestre di gravidanza, da 1,2 a 2,7 ng / ml.

Nel paragrafo successivo, sappiamo se il trattamento della tiroide influisce o meno sul feto, quindi continua a leggere.

Il trattamento della ghiandola tiroidea per le donne incinte danneggia il feto

Ogni caso di malattia della tiroide ha diverse opzioni di trattamento, poiché l’ipertiroidismo è prescritto per i suoi farmaci anti-tiroide per ridurre i suoi ormoni nel corpo, ma alcuni di questi farmaci possono influenzare i feti e causare difetti alla nascita, Valmethazol, che è l’anti- è stato riscontrato che il farmaco per la tiroide è associato ad anomalie fetali o difetti alla nascita se una donna incinta lo ha assunto nel primo terzo della gravidanza, quindi i medici somministrano il farmaco propiltiouracile, quindi somministrano metazolo dopo la fine del primo trimestre di gravidanza, e l’assunzione di iodio radioattivo sotto forma di pillole o sciroppo per attaccare le cellule tiroidee e ridurne la produzione non è sicuro in gravidanza E anche l’allattamento al seno, e si raccomanda che le riceventi aspettino un anno intero dopo averlo interrotto prima di pianificare una gravidanza.

Per quanto riguarda l’ipotiroidismo, il suo trattamento include la compensazione dell’ormone tiroideo, come la levotiroxina, che è identica all’ormone tiroxina, o l’aumento della sua dose in caso di ipotiroidismo prima della gravidanza e lei era in trattamento, e questo aumento è in dosi determinate da i livelli dell’ormone nel sangue, che di solito è sicuro per il feto, ma secondo uno studio Un recente studio scientifico, poiché un eccesso di questo ormone può causare effetti tossici nello sviluppo del feto, il che aumenta le possibilità di un aborto spontaneo , quindi è molto importante monitorare i livelli di ormone tiroideo per determinare il dosaggio esatto dei farmaci.

In conclusione, caro Super, dopo il nostro articolo sull’analisi della ghiandola tiroidea della donna incinta e le normali tariffe per questa analisi e l’effetto dei farmaci tiroidei sul feto, ti consigliamo di visitare il medico e fare esami e analisi della tiroide ogni quattro-sei settimane nella prima metà della gravidanza, poi dopo la trentesima settimana con almeno un test, per controllare i livelli ormonali e regolare di conseguenza le dosi del farmaco.

Vedere anche

Quali sono i benefici della maca per le donne incinte e i loro danni?

Quali sono i benefici della maca per le donne incinte e i loro danni?

La gravidanza ritardata è un problema che preoccupa tutte le mogli, per questo sono alla …