Il linfoma è fatale?

Il linfoma è fatale?

Il sistema linfatico è una serie di linfonodi e vasi che trasportano il fluido linfatico attraverso il corpo, e il fluido linfatico contiene globuli bianchi che combattono le infezioni ei linfonodi agiscono come filtri che catturano e distruggono batteri e virus per prevenire la diffusione dell’infezione. Cancro, quello che viene chiamato linfoma, ei medici classificano più di 70 tipi di cancro come linfoma, ei linfomi possono colpire qualsiasi parte del sistema linfatico, compreso il midollo osseo, la ghiandola tiroidea, la milza, le tonsille e i linfonodi, ei linfomi sono solitamente divisi in due categorie, Il linfoma di Hodgkin e il linfoma non Hodgkin, il cancro del linfoma è fatale?

Il linfoma è fatale?

La progressione della malattia dopo una diagnosi di linfoma dipende da:

  • Stadio del tumore.
  • Il tipo di linfoma.
  • Età e stato di salute del paziente.

Sebbene molti tipi di linfoma possano essere trattati, ci sono alcune condizioni difficili da trattare.

In alcuni tipi di linfomi a crescita lenta, i medici possono scegliere di non intervenire, anche in caso di linfoma. I medici possono vedere che la situazione a lungo termine sarà buona e possono rinunciare all’intervento.

Con un trattamento appropriato, oltre il 72% delle persone con diagnosi di linfoma non Hodgkin sopravvive per almeno cinque anni e il tasso di sopravvivenza a dieci anni è del 60%.

Con il linfoma di Hodgkin, l’86,6% delle persone che ricevono il trattamento sopravvive per almeno cinque anni e il tasso di sopravvivenza quando la malattia viene diagnosticata nella sua prima fase è del 90% e del 65% quando viene diagnosticata nella fase IV.

Le possibilità di ottenere un buon risultato diminuiscono con la progressione del cancro del linfoma, quindi è necessario un intervento medico non appena compaiono i sintomi, poiché una diagnosi precoce può migliorare le possibilità di successo del trattamento.

 Trattamento del linfoma

Il corso del trattamento dipende dal tipo di tumore del linfoma e dallo stadio raggiunto, in alcuni casi in cui il tumore cresce lentamente, il medico sceglie di non intervenire e basta un’attesa vigile per assicurarsi che il cancro non si sia diffuso, ma se il trattamento è necessario, può includere quanto segue:

  • Terapia biologica: è un trattamento farmacologico che stimola il sistema immunitario ad attaccare il cancro, introducendo microrganismi nel corpo.
  • Terapia con anticorpi: il medico inserisce anticorpi sintetici nel flusso sanguigno.
  • Chemioterapia: utilizza una terapia farmacologica ad alta resistenza per colpire e uccidere le cellule tumorali.
  • Immunoterapia con radiazioni: fornisce dosi radioattive ad alta energia direttamente alle cellule immunitarie del cancro per distruggerle.
  • Radioterapia: il medico può raccomandare questo tipo di trattamento per mirare e distruggere piccole aree di cancro, poiché vengono utilizzate dosi concentrate di radiazioni per uccidere le cellule tumorali.
  • Staminali coltura cellulare: Questo può aiutare a ripristinare il midollo osseo danneggiato dopo  la chemioterapia ,  alta – dose o la radioterapia.
  • Steroidi: il medico può somministrare steroidi per trattare il linfoma.
  • Chirurgia: il chirurgo può rimuovere la milza o altri organi dopo che il linfoma si è diffuso e l’oncologo può ordinare un intervento chirurgico per ottenere una biopsia del tumore.

In conclusione, potremmo passare dalla domanda Il linfoma è fatale? Come scopriamo presto la malattia? La risposta è che il linfoma potrebbe non sempre causare sintomi nelle sue fasi iniziali e i linfonodi ingrossati vengono solitamente scoperti durante un esame obiettivo. Questi nodi possono apparire piccoli e morbidi sotto la pelle e la persona può sentire i linfonodi nel collo, nella parte superiore del torace, sotto le ascelle o nello stomaco O l’inguine.

Leggi altri argomenti sulla salute su Mia Gravidanza qui

Vedere anche

Quali sono i benefici del litchi per una donna incinta?

Quali sono i benefici del litchi per una donna incinta?

Il litchi è un delizioso frutto tropicale, originario della Cina, ma può essere coltivato in …

Lascia un commento