Benefici dell'aspirina 81 per le donne incinte
Tutto quel che c'è da sapere sulla gravidanza

Benefici dell’aspirina 81 per le donne incinte

Ogni donna incinta si preoccupa di tutto ciò che riguarda la salute del suo feto e cerca di sapere cosa potrebbe danneggiarlo o avvantaggiarlo, e potresti sentire molto parlare del maggiore uso di aspirina durante la gravidanza. In questo articolo vi aiutiamo a conoscere i benefici dell’Aspirina 81 per le donne in gravidanza in particolare, l’importanza di aderire alle dosi prescritte dal medico e il momento migliore per prenderlo.

Benefici dell’aspirina 81 per le donne incinte

Uno degli effetti dell’aspirina sul corpo è che rende il sangue più fluido, il che rende meno probabile la formazione di coaguli. Questo è il motivo per cui i medici raccomandano a una donna incinta di assumere aspirina 81 a basso dosaggio per le donne incinte con aborti ricorrenti, disturbi della coagulazione e preeclampsia. Il beneficio dell’aspirina 81 è determinato in base allo stadio della gravidanza come segue:

  • Perdita di gravidanza ricorrente e disturbi della coagulazione:  nel primo trimestre, l’aspirina 81 viene spesso prescritta a donne che hanno una storia di aborti ricorrenti e hanno una condizione chiamata sindrome da antifosfolipidi. Questo è quando durante la gravidanza possono formarsi coaguli di sangue nella placenta, limitando il flusso di cibo al feto e portando alla perdita della gravidanza.
  • Preeclampsia: Nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, l’aspirina 81 può ridurre significativamente l’incidenza della preeclampsia , riducendo così il rischio di parto pretermine e basso peso fetale, è importante prevenire la preeclampsia perché l’unico trattamento una volta che si verifica è il parto, che può formarsi Rischi per il feto se eseguita prima della 34a settimana di gravidanza.

Il momento migliore per prendere l’aspirina durante la gravidanza

Uno studio recente ha scoperto che l’aspirina era più efficace nel ridurre la coagulazione del sangue se assunta di notte che al mattino a causa dell’aumentata attività di coagulazione nel nostro corpo al mattino dopo il risveglio. Pertanto, i ricercatori hanno concluso che prenderlo di notte può ridurre il rischio di un attacco di cuore per prevenire l’attività di coagulazione al mattino, perché l’aspirina ha un effetto a lungo termine sulle piastrine, che aiuta a fluidificare il sangue per giorni dopo averlo assunto.

Per quanto riguarda l’assunzione prima o dopo i pasti, assicurati di prendere l’aspirina dopo aver mangiato, prenderla a stomaco vuoto può causare mal di stomaco, nausea e possibilmente problemi di salute allo stomaco.

Se sei in terapia quotidiana con aspirina e vuoi interromperla, è importante parlare con il tuo medico prima di apportare modifiche, poiché una brusca interruzione può avere l’effetto opposto che può portare a coaguli di sangue e perdita di gravidanza.

Dose di aspirina per le donne in gravidanza

In generale, l’aspirina non è raccomandata durante la gravidanza a meno che tu non abbia una condizione medica specifica e il tuo medico te l’abbia prescritta. I medici raccomandano una dose molto bassa di aspirina da 60 a 100 mg al giorno, ma la concentrazione più comune ed efficace durante la gravidanza è di 81 mg, una compressa al giorno. Bisogna fare attenzione a non superare mai la dose raccomandata, dosi maggiori possono comportare rischi diversi a seconda dello stadio della gravidanza.

Durante il primo trimestre di gravidanza, l’uso di dosi più elevate di aspirina può causare interruzioni della gravidanza e difetti alla nascita e durante l’ultimo trimestre può portare alla chiusura prematura di un vaso sanguigno nel cuore del feto. In generale, l’uso di aspirina ad alte dosi per lunghi periodi di tempo durante la gravidanza può aumentare il rischio di sanguinamento nel cervello nei bambini prematuri (nati prematuramente).

Abbiamo appreso i benefici dell’Aspirina 81 per una donna incinta e come un sovradosaggio può rappresentare un rischio per te e il feto, e se salti una dose del farmaco, assicurati di comunicare con il tuo medico per scoprire cosa dovresti fare ed evitare i rischi che possono verificarsi a causa di dosi errate durante questa fase critica.

    Vedere anche

    Le emorroidi in gravidanza possono essere trattate con olio d'oliva?

    Le emorroidi in gravidanza possono essere trattate con olio d’oliva?

    Emorroidi significa che alcune delle vene nella zona anale si gonfiano dall’interno o dall’esterno. Le …

    Lascia un commento