10 sintomi di malattia epatica primaria

10 sintomi di malattia epatica primaria

Sentiamo molto parlare di malattie del fegato e della sua estensione, e potremmo chiederci quali sono i sintomi della malattia epatica primaria, come può essere prevenuta e quando abbiamo bisogno di visitare un medico, in questo articolo, ti forniamo tutte le informazioni e i fatti di cui hai bisogno.

L’importanza del fegato per il corpo

Il fegato è un organo importante del corpo, situato sotto la gabbia toracica a destra della cavità addominale. Il fegato svolge centinaia di funzioni legate alla digestione, al metabolismo, all’accumulo di energia e alla disintossicazione. Il termine malattia del fegato è un termine generico che si riferisce a qualsiasi condizione che colpisce il fegato, interrompe le sue funzioni e lo interrompe.

Sintomi della malattia epatica primaria

I sintomi della malattia del fegato variano a seconda della causa, ma ci sono alcuni sintomi generali che predicono un problema e sono:

  1. Ittero o ingiallimento degli occhi e della pelle.
  2. Dolore addominale e gonfiore.
  3. Piedi e caviglie gonfie.
  4. Stress cronico.
  5. Anoressia.
  6. Prurito e prurito.
  7. Colore scuro delle urine.
  8. Il colore degli sgabelli che è chiaro, sanguinante o nero.
  9. Vomito e nausea.
  10. Facilità di lividi e lividi.

Tipi di malattie del fegato

Esistono molte malattie del fegato, tra cui:

  1. Epatite virale : causata dai virus dell’epatite A, B, C, D ed E, che possono essere acute (della durata di sei mesi o meno) o croniche (della durata di più di sei mesi).

A volte l’epatite virale non causa sintomi, soprattutto se è cronica, e altre volte provoca sintomi simil-influenzali e quindi compaiono sintomi acuti, come:

  • Debolezza generale e affaticamento.
  • Dolori muscolari e articolari.
  • Ittero
  • Vomito, diarrea e dolore addominale.
  • Mancanza di appetito.
  1. Epatite causata da parassiti: i sintomi di ciascuna malattia differiscono a seconda dell’infezione.

E ci sono molti parassiti che infettano il fegato come i protozoi come l’ameba e la malaria, o vermi piatti come la fasciola e la schistosomiasi, o nematodi come Ascaris, o tenie.

  1. Fegato grasso: il fegato si infiamma quando la quantità di grasso in esso contenuto aumenta.

Esistono due tipi di fegato grasso:

  1. Steatosi epatica alcolica: derivante dal consumo eccessivo di alcol.
  2. Fegato grasso analcolico: non ha una causa identificabile ma può derivare da una dieta ricca di grassi e malsana.

Il fegato grasso inizialmente non si presenta con sintomi, ma quando è esacerbato compaiono i seguenti sintomi:

  • febbre.
  • Vomito.
  • Ittero.
  • Debolezza generale.
  • Mancanza di appetito e peso.
  • Forte prurito.
  • Piedi e addome gonfi.
  1. Condizioni genetiche: derivante da fattori genetici, come alcuni geni coinvolti nel lavoro del fegato, come:
  • Malattia di Wilson: è qui che il fegato immagazzina il rame invece di eliminarlo.
  • Emocromatosi: qui è dove il ferro in eccesso viene immagazzinato in organi come il fegato.
  1. Malattie da disfunzione immunitaria: dovute all’attacco immunitario di organi del corpo come il fegato, malattie come:
  • Colangite primaria: i primi sintomi sono prurito e debolezza, poi compaiono dolore addominale, ittero, ingrossamento del fegato e della milza e gonfiore dei piedi e dell’addome.
  • Colangite sclerosante primitiva: i suoi sintomi sono gli stessi del caso precedente, ma possono essere aumentati da febbre, brividi e sudorazione notturna.
  • Epatite immunitaria: che inizia con i sintomi dell’influenza e poi progredisce come malattia epatica primaria.
  1. Cancro al fegato: ha molti tipi e spesso si sviluppa lentamente, iniziando i suoi sintomi iniziali, come accennato in precedenza, e prima si inizia il trattamento, maggiori sono le possibilità di guarigione.
  2. Cirrosi: è causata da un’eccessiva cicatrizzazione del fegato, che è una condizione post-infiammatoria che richiede tempo per peggiorare e può portare a insufficienza epatica.

I suoi sintomi includono:

  • Debolezza generale, estrema stanchezza e affaticamento.
  • Mancanza di appetito e perdita di peso.
  • Prurito molto intenso.
  • Vomito e nausea.
  • Gonfiore dei piedi e ascite.
  • Ittero.
  1. Insufficienza epatica: di solito si verifica dopo la cirrosi negli ultimi stadi della malattia ei suoi sintomi tardivi sono:
  • Confusione e influenza nel cervello.
  • Debolezza e affaticamento.
  • Coma epatico

Il consumo di dosi eccessive di paracetamolo può causare insufficienza epatica acuta, ei suoi sintomi vanno da vomito e nausea, a grave affaticamento, confusione mentale, ittero, gonfiore ai piedi e all’addome, al coma.

Prevenzione delle malattie del fegato

  • Evita comportamenti rischiosi che aumentano le possibilità di infezione da malattie infettive del fegato osservando alcune precauzioni come: non condividere siringhe e siringhe, usare preservativi e fare punture in luoghi ben sterilizzati.
  • Vaccinazione: se c’è un rischio, si dovrebbe prendere in considerazione la vaccinazione per le infezioni da epatite A e B.
  • Uso saggio di farmaci: attenersi ai dosaggi specificati e consultare un medico in merito a medicinali ed erbe prima di assumerli.
  • Prestare attenzione durante la manipolazione del sangue o dei fluidi corporei delle persone e seguire le procedure di controllo delle infezioni per gli operatori sanitari.
  •  Fare attenzione a spray insetticidi, antimicotici, vernici e prodotti chimici tossici e una buona ventilazione e protezione della pelle da essi e seguire le procedure di sicurezza.
  • Mantenimento del peso corporeo: l’obesità è una delle cause della steatosi epatica non alcolica. Da qui, puoi conoscere i motivi per cui potresti non pensare di causare l’obesità .
  • Mantenimento dell’igiene generale: lavaggio delle mani, igiene alimentare e cottura accurata ed evitare cibi contaminati per prevenire virus A e parassiti.

Alla fine, ci auguriamo che le tue conoscenze sulla malattia del fegato siano aumentate e la tua consapevolezza dei sintomi della malattia epatica primaria e di come possa essere prevenuta.

Vedere anche

Quanto è salutare usare lo zenzero per una gravidanza gemellare?

Quanto è salutare usare lo zenzero per una gravidanza gemellare?

 La gravidanza è una fase importante e delicata nella vita di una donna, suscita sentimenti …

Lascia un commento