Quanto è pericolosa un'infezione da rosacea durante la gravidanza?

Quanto è pericolosa un’infezione da rosacea durante la gravidanza?

La pitiriasi rosea è un’eruzione cutanea che di solito inizia come una grande macchia rotonda o ovale sul petto, sull’addome o sulla schiena. Questo punto può essere largo 10 cm. Questo punto è solitamente seguito da punti più piccoli che attraversano il tuo corpo nel mezzo, simili alla caduta dei rami di pino. Potrebbe prudere. La pitiriasi rosea può colpire chiunque, ma è più comune nei bambini più grandi e nei giovani adulti (dai 10 ai 35 anni). In questo articolo, discuteremo del rapporto tra rosacea e gravidanza e di come l’infezione di una donna incinta con essa influisce sulla gravidanza e sul feto, e impareremo le cause di questa malattia e come può essere trattata in caso di gravidanza.

Bran rosea e gravidanza

L’effetto sulla gravidanza o sulla perdita del feto è una preoccupazione rara in caso di malattie della pelle, ma il problema sta nell’emergere di una malattia infettiva nella donna incinta, in quanto ciò può essere associato a un aumentato rischio di perdere il feto, soprattutto nei primi tre mesi, e un certo numero di virus può infettare la placenta della madre. Viene trasmesso al feto, causando malattie congenite, le più comuni delle quali sono il virus della rosolia, il  virus del morbillo e altri. 

Sebbene la pitiriasi rosea sia una malattia della pelle e possa non essere una fonte di preoccupazione di per sé, ci sono prove che suggeriscono che la pitiriasi rosea può essere associata a infezione attiva da virus dell’herpes umano di tipo 6 o 7 (HHV-6/7), e quindi può anche essere associata a complicazioni. Potenziale gravidanza e perdita fetale. Ci sono anche suggerimenti che ci sia un legame tra la pitiriasi rosea e la riattivazione interna dell’infezione da herpes virus umano 7 (HHV) -7.

La gravidanza è a grande rischio quando il virus viene riattivato a causa della sua risposta immunitaria alterata, specialmente quando la rosacea si verifica durante il primo trimestre di gravidanza. Come possibile risultato dell’associazione dell’herpes virus umano 6 (HHV-6) con la rosacea, ci sono alcuni studi che suggeriscono che la rosacea è una possibile causa di aborto spontaneo. 

In uno studio sugli effetti dell’infezione da rosacea in gravidanza su 38 donne. La perdita totale del feto è stata del 13%, ma è aumentata al 62% quando l’infezione si è verificata entro 15 settimane dalla gravidanza. E in tutte queste donne, la pitiriasi rosea aveva caratteristiche atipiche, con un decorso più lungo, manifestazioni cliniche sistemiche e lesioni cutanee diffuse.

Cause della rosacea

La causa esatta della rosacea non è chiara, alcune prove suggeriscono che l’eruzione cutanea possa essere causata da un’infezione virale, specialmente da alcuni ceppi del virus dell’herpes, ma non è correlata al virus dell’herpes che causa l’herpes labiale. Si ritiene inoltre che la rosacea non sia contagiosa e non possa essere trasmessa ad altri attraverso il contatto fisico. Le complicanze della pitiriasi rosea sono generalmente improbabili e, se si verificano, possono includere:

  • Forte prurito.
  • Macchie marroni permanenti in caso di tonalità della pelle più scura che compaiono dopo che l’eruzione è guarita e guarita.

Trattamento per la crusca rosacea per le donne incinte

La pitiriasi rosea di solito migliora senza trattamento entro 12 settimane, quindi il trattamento non è necessario a meno che non si avverta disagio e prurito, e ci sono diverse opzioni per il trattamento dell’eruzione cutanea, che spiegheremo in seguito, ma in caso di gravidanza il rischio non risiede in questa eruzione cutanea come abbiamo detto. Alla luce dei potenziali rischi di aborto spontaneo, i dermatologi dovrebbero prendere alcune precauzioni e informare l’ostetrico.

Innanzitutto, dopo la corretta diagnosi, devono tenere conto di alcuni dei segni clinici iniziali che possono determinare il grado di rischio in una donna incinta con rosacea, ad esempio l’insorgenza di un’eruzione cutanea prima della quindicesima settimana è un segnale di grave pericolo e la comparsa di sintomi su un’area superiore al 50% del corpo Rischio medio.

Il secondo passo è valutare i carichi di DNA virale HHV-6 e HHV-7 nel plasma, e sulla base del risultato è possibile valutare il rischio di infezione per la gravidanza.

Trattamenti antivirali, come l’aciclovir, possono essere utilizzati quando il rischio è molto alto. L’aciclovir è efficace nell’infezione da HHV-6, allevia anche i sintomi della rosacea e ne accorcia il decorso, ma purtroppo in alcuni casi potrebbe non dare alcun risultato positivo, quindi fino ad ora non ci sono linee guida specifiche per il trattamento della rosacea durante la gravidanza. 

 Possibili trattamenti per l’eruzione della  rosacea includono:

  • Creme idratanti, per idratare e lenire la pelle.
  • Creme o unguenti steroidei, come l’idrocortisone e la crema di betametasone. Alcuni tipi lievi sono adatti alla gravidanza e devono essere prescritti dal medico, possono ridurre il gonfiore e alleviare il prurito.
  • Antistaminici: se hai problemi a dormire a causa del prurito, il medico può prescriverti antistaminici adatti alla gravidanza.
  • Terapia della luce UVB: se altri trattamenti non funzionano, potresti essere indirizzato.

Infine, dopo aver conosciuto la relazione tra rosacea e gravidanza, oltre alle creme idratanti che ti aiuteranno ad alleviare il dolore pruriginoso, puoi fare un bagno e una doccia in acqua tiepida, oppure fare un bagno con farina d’avena, e puoi trovare prodotti da bagno a base di farina d’avena nella farmacia vicino a te.

Fonti:
Pitiriasi rosea
Pitiriasi rosea durante la gravidanza: segni allarmanti maggiori e minori
Pitiriasi rosea e altre eruzioni infettive durante la gravidanza: possibili condizioni di salute pericolose per la vita del feto
Pitiriasi rosea
Pitiriasi rosea
Posso prendere farmaci per l’allergia se sono incinta?
Fototerapia UV-B a banda stretta durante la gravidanza
Creme per la pelle all’idrocortisone

Vedere anche

I vantaggi più importanti dei funghi per le donne incinte

I vantaggi più importanti dei funghi per le donne incinte

I funghi sono un fungo commestibile, ed è una fonte ipocalorica di proteine ​​e fibre …