Qual è il rischio di aborti spontanei ricorrenti per la madre?

Qual è il rischio di aborti spontanei ricorrenti per la madre?

Ogni donna sogna di diventare madre un giorno, ma spesso deve liberarsi del proprio feto, forse perché ha un bambino che ha bisogno di cure, o per la sua cattiva salute, o per un problema di salute che le impedisce di avere un bambino sano e completamente sviluppato, o per qualsiasi altra cosa. Un altro motivo, e qualunque sia il motivo, il rischio di aborto spontaneo può causare un danno maggiore alla madre. Potrebbe non essere a conoscenza delle sue complicazioni, che a volte possono portare alla sua incapacità di concepire nuovamente. Conoscere con noi in questo articolo in dettaglio tutto sul rischio di aborto spontaneo per la donna.

Il rischio di aborto spontaneo per le donne

 L’ aborto spontaneo si verifica a seguito della morte del bambino nei primi mesi di gravidanza, cioè prima di raggiungere la ventesima settimana, e la perdita del feto provoca forti dolori e tristezza alla madre, cosa normale a cui è esposto il 20% delle gravidanze, quindi è molto probabile che si verifichi. Per quanto riguarda gli aborti non naturali o intenzionali, è diventato più facile di prima, grazie ai progressi nei suoi interventi chirurgici, tuttavia ha ancora molti danni alla salute della donna, e può influire sulla sua capacità di concepire in futuro, ed è di questo che parleremo in dettaglio attraverso le righe. Il prossimo.

Il rischio di aborti spontanei ricorrenti

La maggior parte degli effetti negativi derivanti da un aborto spontaneo possono essere trattati con alcuni farmaci, ma ci sono alcune gravi complicazioni che possono derivare dalla ricorrenza del processo e devono essere prese in considerazione, vale a dire:

  • Infezione pelvica: che può colpire gli organi riproduttivi e, se non trattata rapidamente e correttamente, può provocare infertilità e, in alcuni casi, gravidanza extrauterina.
  • Cervice debole o danno uterino: sebbene gli interventi chirurgici di aborto siano diventati molto avanzati al momento, la sua recidiva influisce negativamente sull’utero e porta alla sua debolezza e danno.
  • Incapacità di concepire: si verifica a causa di una cervice debole, che quindi diventa difficile per lui mantenere una gravidanza, e quindi l’aborto avviene naturalmente dopo.

Il rischio di aborto spontaneo per la madre

Se si verifica un errore medico durante il processo di aborto, ciò può portare a danni dannosi alla salute della madre, come ad esempio:

  1. Sanguinamento vaginale durante la gravidanza.
  2. Problemi con il travaglio prematuro. 
  3. Basso peso del feto.
  4. Problemi con la placenta, come una grave infezione della placenta, danni all’utero.
  5. Effetti psicologici, come il rifiuto dell’intimità o la paura di una gravidanza ripetuta.

Quindi, mia cara, dovresti aspettare almeno un mese dopo il processo di aborto, prima di prendere la decisione di rimanere incinta di nuovo, e devi cercare sostegno dal tuo partner perché è una decisione congiunta.

Qual è il rischio di aborto spontaneo nel sesto mese?

L’aborto nel sesto o negli ultimi mesi di gravidanza è molto pericoloso, perché il feto potrebbe già esserlo, e la madre ha bisogno di un parto cesareo come il parto per sbarazzarsene, e questo aborto ha alcuni effetti collaterali a breve termine come:

  • Crampi dopo i primi tre-cinque giorni di intervento chirurgico.
  • Emorragia da leggera a intensa da due a quattro settimane e oltre. 
  • Febbre a bassa temperatura.

Per quanto riguarda gli effetti a lungo termine di un aborto al sesto mese, sono i seguenti: 

  • Una perforazione dell’utero, che provoca un forte dolore, oltre a sanguinamento, che può richiedere un intervento chirurgico, inclusa un’isterectomia.
  • Lacerazione cervicale, perforazione e sanguinamento grave.
  • Aborto incompleto o ritenzione di tessuto, che causa sanguinamento, crampi e infezioni.
  • Infezione.

In conclusione, cara, dopo aver appreso il pericolo di aborto spontaneo per la tua salute, ti consigliamo di riflettere attentamente prima di prendere qualsiasi decisione che danneggi il tuo corpo, e potrebbe impedirti di avere figli in futuro, soprattutto se non è necessario. 

Fonti:
Aborto nel secondo trimestre (13-24 settimane)
Aborto a termine: cosa aspettarsi
Rischi -Aborto

Vedere anche

Le emorroidi in gravidanza possono essere trattate con olio d'oliva?

Le emorroidi in gravidanza possono essere trattate con olio d’oliva?

Emorroidi significa che alcune delle vene nella zona anale si gonfiano dall’interno o dall’esterno. Le …