5 motivi che portano il latte a entrare nei polmoni di un bambino

5 motivi che portano il latte a entrare nei polmoni di un bambino

L’allattamento al seno è l’unico modo per nutrire un bambino durante i suoi primi mesi di vita, ma le madri si preoccupano molto quando allattano che il latte entri nei polmoni del bambino e si chiedono cosa faccio quando il bambino brilla? Qual è il modo corretto di allattare? Quali sono le cause e i segni del latte che entra nei polmoni del bambino?

Rispondiamo a queste domande insieme in questo articolo, quindi rimanete sintonizzati.

Il latte entra nei polmoni del bambino

Il normale processo di deglutizione di un bambino si verifica quando il latte passa dalla bocca alla gola o alla gola, quindi passa attraverso un lungo tubo (esofago) per stabilirsi nello stomaco per la digestione.

Questo processo viene eseguito con l’aiuto di molti muscoli, quindi quando si verificano problemi nei muscoli o in questi organi, possono verificarsi problemi con la deglutizione.

La faringe fa anche parte del sistema respiratorio, poiché l’aria entra dal naso o dalla bocca attraverso la faringe nella trachea e da lì nel polmone e l’epiglottide impedisce al cibo di entrare nella trachea durante la deglutizione.

A volte il latte fuoriesce dalla trachea durante il processo di deglutizione di un bambino, e talvolta il latte può tornare dallo stomaco ed entrare nella trachea a causa di alcuni motivi e problemi.

Ragioni per l’ingresso del latte nel polmone del bambino

L’ingresso del latte nei polmoni di un bambino che allatta rientra nella cosiddetta aspirazione o aspirazione polmonare (l’ingresso di cibo, bevande o contenuto dello stomaco dalla gola e dall’apparato digerente nel sistema respiratorio) e può avere diversi motivi, tra cui:

  1. Disfagia o difficoltà a deglutire: si divide in disfagia orofaringea, in cui il bambino affronta difficoltà a deglutire a causa di problemi alla bocca, alla lingua, al palato, alla laringe o al muscolo sopra l’esofago e alla disfagia esofagea, e in cui è difficile per l’esofago fornire correttamente il cibo allo stomaco per problemi con esso.
  2. Reflusso gastroesofageo : componenti gastrici o succhi gastrici risalgono nell’esofago e possono entrare nelle vie aeree.
  3. Squilibri fisiologici : come palatoschisi, atresia esofagea, laringe leporino, ostruzione del duodeno, fistola tracheale-esofagea.
  4. Crescita lenta : come nei neonati prematuri o con sindrome di Down .
  5. Problemi nervosi : si trovano nei nervi che alimentano i muscoli della deglutizione, nelle malattie neuromuscolari o nei problemi nervosi generali.

Segni di latte che entra nel polmone di un bambino

Ci sono sintomi che indicano che il latte è entrato nei polmoni e la gravità dei sintomi varia in base a vari fattori come: la quantità di latte aspirato, il numero di volte in cui si verifica l’aspirazione, l’età e lo stato di salute del bambino che allatta.

Potrebbe non esserci alcun sintomo di latte che entra nel polmone, o alla volta, o dopo un’ora o due, e includere:

  • Soffocamento o soffocamento, interruzione dell’alimentazione e segni di vomito.
  • Grave tosse e cambiamento di voce.
  • Povera suzione
  • Respirazione rapida o interrotta durante l’alimentazione.
  • Raucedine o pianto durante l’allattamento.
  • Sibilo o respiro sibilante durante la respirazione.
  • Arrossamento del viso, lacrimazione o accigliato del viso.
  • Curvatura posteriore o inversione durante l’alimentazione.
  • La temperatura del bambino aumenta leggermente dopo la poppata.
  • Aumento e sbavando di saliva.
  • Può arrivare alla cessazione e alla cianosi.

Quando il latte entra ripetutamente nel polmone, la condizione diventa cronica ed è caratterizzata da quanto segue:

  • Distensione toracica e respiro sibilante durante la respirazione ripetuta.
  • Tosse cronica (più di tre settimane).
  • Infezioni ricorrenti e infezioni respiratorie.

L’inalazione di piccole quantità di latte non è dannosa se il bambino in allattamento non soffre dei suddetti problemi, ma il ripetersi della condizione può causare disidratazione al neonato  , malnutrizione e perdita di peso, quindi si consiglia di rivolgersi al medico per scoprire il motivo della ricorrenza della condizione e prescrivere i farmaci e le procedure appropriate per curare il neonato.

Ridurre il soffocamento nei neonati

Oltre ai trattamenti del medico, ci sono alcune procedure che possono ridurre le possibilità di soffocamento, come:

  • Il bambino è posizionato più vicino alla posizione eretta durante l’allattamento.
  • Evita di far dormire un bambino sulla schiena per un’ora e mezza dopo la poppata.
  • Inclina il bambino quando dorme sollevando la testa a un angolo di 30 gradi.
  • Riducendo la quantità di poppate e separandole di due ore, e in caso di allattamento, la madre dovrebbe evitare cibi che irritano lo stomaco e sono difficili da digerire.

Cosa faccio quando un bambino splende

Il soffocamento di un bambino che allatta solleva il panico e il panico della madre, quindi è necessario osservare la calma e l’equilibrio per affrontare adeguatamente la situazione.

I passaggi che verranno menzionati non dovrebbero essere interferiti se il bambino tossisce o piange gravemente, perché potrebbe essere in grado di espellere da solo la cosa che causa il soffocamento, e questi sono alcuni passaggi che devono essere seguiti se il bambino non è in grado di rimuovere l’autore del reato:

Primo: abbassa la testa del bambino mentre dorme a pancia in giù lungo l’avambraccio e fissalo in grembo o sulle cosce e fai quanto segue:

  1. Tieni il petto del bambino sulla tua mano e tieni la mascella con le dita, in modo che la sua testa sia più bassa del resto del corpo.
  2. Colpisci il bambino tra le spalle con l’estremità del palmo della mano cinque volte delicatamente e non con molta forza.
  3. Fai una pausa tra ogni colpo per osservare il bambino se la causa del suo soffocamento viene rimossa e il suo respiro è ripristinato, e non mettere la mano in bocca a meno che tu non sia sicuro di poter rimuovere la cosa che ha causato il soffocamento, in modo da non entrare più.

Secondo: se tuo figlio non si riprende normalmente, giralo in modo che abbia la testa in alto e mettilo in grembo sulle tue cosce, quindi procedi come segue:

  1. Posiziona l’indice e il medio al centro del petto, appena sotto i capezzoli.
  2. Premi cinque volte con le dita fino a una terza o metà profondità del torace del bambino.
  3. Dopo ogni pressione, osserva il bambino se riprende a respirare e l’autore del reato è fuori.
  4. Ripeti i due metodi alternativamente finché la respirazione non torna alla normalità.

Terzo: se il bambino non riacquista la sua normale respirazione dopo tre cicli di alternanza dei due metodi precedenti, o in caso di perdita di coscienza, è necessario richiedere cure mediche urgenti e se il bambino riprende la respirazione, è preferibile andare dal medico dopo la fine della crisi per controllare le sue condizioni generali.

Il modo corretto di allattare

La chiave per il metodo corretto di allattamento al seno è il corretto attaccamento al seno, che è indicativo di alimentazione profonda e suzione regolare del bambino, alcune interruzioni durante l’allattamento, la mancanza di dolore al seno o ai capezzoli della madre, la pienezza del bambino che allatta e lo svuotamento del seno del latte, quindi quando si affrontano difficoltà di allattamento, si dovrebbe cercare Aiuto da un consulente per l’allattamento.

I passaggi corretti sono:

  1. Siediti comodamente e sostieni la schiena e il piede e solleva il bambino su un cuscino per sostenere la schiena e i piedi in modo che il suo naso sia allineato con la linea del capezzolo.
  2.  Tocca il naso e la bocca del bambino con i capezzoli per spalancare la bocca.
  3. Dopo che il bambino ha aperto rapidamente la bocca, rivolgi i capezzoli al palato, per chiudere la bocca su tutto il capezzolo e su gran parte dell’areola, in modo che il mento del bambino sia incavato nel seno e il suo naso sia libero o in contatto con il seno e le sue labbra siano sporgenti verso l’esterno e non inghiottite dal seno, per iniziare a nutrirsi e succhiare.
  4. Dopo una suzione profonda regolare, il bambino è soddisfatto e rilassato e il seno svuota il latte, come abbiamo detto prima.

In conclusione, ti consigliamo, cara, di visitare il medico se il latte è entrato ripetutamente nel polmone del neonato, per scoprire la causa e prescrivere il trattamento appropriato, pur aderendo a misure che riducono l’incidenza del soffocamento.

Non aver paura, mia cara, perché il soffocamento è una delle cose che accadono ai bambini e scompare dopo un trattamento appropriato e la crescita del bambino e lo sviluppo del suo sistema digestivo.

Ora potresti voler sapere molto sul mondo dei bambini e su come prenderti cura di loro, e anche se sei una madre per la seconda volta, la natura del tuo bambino potrebbe differire da quella di sua sorella o suo fratello maggiore, saperne di più sulla cura dei bambini .

Fonti:
Polmonite da aspirazione nei bambini: un saggio iconografico *
Cosa significa aspirazione?
Soffocamento infantile: come mantenere il tuo bambino al sicuro
Deglutizione e alimentazione nei neonati e nei bambini piccoli
Pronto soccorso per soffocamento – bambino sotto 1 anno
Tecniche di attaccamento all’allattamento al seno
Aspirazione nei neonati e nei bambini
Aspirazione nei bambini
Sindromi da aspirazione pediatrica

Vedere anche

5 vantaggi del sommacco per le donne incinte

5 vantaggi del sommacco per le donne incinte

Sumac è una delle spezie più famose del Medio Oriente e dell’Asia meridionale, e le …

Lascia un commento