10 sintomi di carenza di ferro durante la gravidanza all'ottavo mese

10 sintomi di carenza di ferro durante la gravidanza all’ottavo mese

Le donne incinte sono esposte ad alcuni fastidiosi problemi di salute e l’anemia da carenza di ferro è uno dei più comuni di questi problemi e la possibilità che si verifichi aumenta con la progressione nelle fasi della gravidanza e la carenza di ferro nel sangue causa un deficit di la produzione di emoglobina, che è la proteina che si lega all’ossigeno nel polmone e lo trasporta in tutte le parti del corpo della donna incinta, e da allora una sua mancanza porta ad una mancanza di ossigeno che raggiunge ogni cellula del corpo, il che provoca molti sintomi spiacevoli. In questo articolo parleremo dei sintomi della carenza di ferro in una donna incinta all’ottavo mese, delle sue cause, del trattamento, dei metodi di prevenzione e della sua gravità, quindi continua a leggere.

Sintomi di carenza di ferro durante la gravidanza all’ottavo mese

Con il progredire della gravidanza, compaiono nuovi sintomi, la gravidanza stessa è estenuante e stancante e la tua anemia durante essa può renderla più difficile. Ecco i sintomi della carenza di ferro in una donna incinta all’ottavo mese:

  1. Sensazione di stanchezza costante.
  2. Sensazione di debolezza e debolezza.
  3. Carnagione spenta o giallastra.
  4. Aritmia.
  5. fiato corto.
  6. Sensazione di vertigini e talvolta svenimento.
  7. Dolore al petto.
  8. Freddezza degli arti.
  9. Mal di testa persistente.
  10. Costante nervosismo e irritabilità.

I sintomi della carenza di ferro possono sembrare simili ai sintomi della gravidanza stessa, quindi il medico ti chiederà di eseguire costantemente esami del sangue durante la gravidanza, in particolare misurando il livello di emoglobina nel sangue, perché sei a rischio di sviluppare anemia, e di seguito ti presentiamo a voi i metodi usati per trattare la carenza di ferro nelle donne in gravidanza

Trattamento della carenza di ferro durante la gravidanza all’ottavo mese

Il trattamento della carenza di ferro nelle donne in gravidanza dipende dal livello di emoglobina nel sangue. Nei casi in cui l’anemia è semplice, il cibo che contiene ferro può essere sufficiente e alcuni casi potrebbero aver bisogno di integratori alimentari per le donne in gravidanza, che contengono ferro, ma ci sono alcuni casi che possono richiedere l’iniezione Il ferro è direttamente nel sangue e alcuni di essi potrebbero richiedere una trasfusione di sangue. Ecco i dettagli:

  • Nutrizione: alcuni alimenti che contengono ferro possono aiutare a trattare e prevenire una lieve carenza di ferro, soprattutto se presentato con cibi ricchi di vitamina “C”, poiché migliora l’assorbimento del ferro. Ecco alcuni di questi alimenti:
  1. Carne rossa.
  2. Legumi.
  3. Verdure a foglia.
  4. Frutta, soprattutto essiccata.
  5. Pesce, soprattutto sgombro e tonno.
  6. Cereali integrali, come il riso integrale.
  7. Frutta a guscio di tutti i tipi.
  8. Alcuni semi, come il sesamo.
  • Integratori alimentari: durante la gravidanza, dovresti assumere 27 milligrammi di ferro al giorno. Assicurati di mangiarlo dopo pranzo per evitare problemi di stomaco e mangia cibi che contengono vitamina C con esso per essere assorbito più velocemente ed evita di prenderlo con il calcio in quanto riduce il suo assorbimento ei sintomi dell’anemia spesso migliorano durante due settimane dopo averlo assunto, quindi il medico ti controlla di nuovo e continui a prenderlo fino a quando l’emoglobina non torna ai livelli normali, e poi per tre mesi.
  • Iniezioni di ferro: se non c’è abbastanza tempo per attendere i risultati dell’integratore alimentare, o il risultato è lento, il medico spesso ti prescriverà di fare iniezioni di ferro che entrano direttamente nel sangue.
  • Trasfusione di sangue: in caso di anemia grave i cui sintomi sono gravi e non rispondono a nessuno dei metodi precedenti, il medico può ricorrere a una trasfusione di sangue per te.

Per quanto riguarda le complicanze della carenza di ferro in una donna incinta, questo è ciò che ti spieghiamo nel paragrafo successivo.

Complicazioni di carenza di ferro in una donna incinta all’ottavo mese

Se la carenza di ferro non viene curata in una donna incinta, può causare alcune complicazioni per la madre e il feto, alcune delle quali sono:

  • Lavoro prematuro .
  • La nascita di un bambino piccolo.
  • Diminuzione della produzione di latte dopo il parto.
  • Maggiore possibilità di sviluppare depressione postpartum.
  • Anemia in un neonato.

In conclusione, mia cara, dopo aver conosciuto i sintomi della carenza di ferro in una donna incinta all’ottavo mese, le sue complicazioni e le modalità di trattamento, assicurati di rispettare gli appuntamenti di visita regolari del medico e di condurre gli esami che chiede da te in tempo e per informarlo di eventuali sintomi fastidiosi che senti.

    Vedere anche

    Qual è l'alternativa allo sbiancamento delle donne in gravidanza?

    Qual è l’alternativa allo sbiancamento delle donne in gravidanza?

    Durante la gravidanza subiamo molti cambiamenti, cambiamenti fisici, cambiamenti psicologici ed emotivi e cambiamenti nel …