Qual è la differenza tra l'introduzione del cibo al bambino nel quarto e nel sesto mese?

Qual è la differenza tra l’introduzione del cibo al bambino nel quarto e nel sesto mese?

Passare dall’allattamento al seno solo al consumo di alcuni dei cibi più solidi è un cambiamento importante nello stile di vita e nell’attenzione al bambino sia per la madre che per il bambino, e non si tratta solo di accettare il cibo con un cucchiaio, ma anche di cercare di soddisfare le esigenze del bambino di nutrienti diversi e di accettare gusti diversi. Per i cibi.

Forse la convinzione prevalente e supportata da molte teorie mediche è che maggiore è la durata dell’allattamento al seno prima dell’introduzione di qualsiasi altro alimento, più coerente con la natura, e quindi più salutare per il bambino.

Contrariamente a queste opinioni un po ‘recenti, dare a un bambino cibo esterno può iniziare nel primo mese di vita in circa il 35% delle culture ereditate in tutto il mondo, mentre è fatto tra il primo e il quinto mese in circa il 35% delle culture genitoriali in tutto il mondo.

Non c’è nulla che possa essere descritto come un’opinione categorica sulla preferenza di iniziare a dare al bambino cibo esterno all’età di 6 mesi. Anche le organizzazioni sanitarie internazionali hanno una certa preferenza nella necessità di posticipare lo svezzamento fino al sesto mese di vita, e anche opinioni che rimandano questa preferenza alla riduzione dell’incidenza delle reazioni allergiche. Il cibo del bambino , contrariamente ad altri pareri medici, che a partire dal quarto mese riduce di fatto la possibilità che il bambino sviluppi allergie a determinati tipi di allergie.

Effetti dell’inizio dello svezzamento nel quarto o sesto mese sul bambino:

1. Sviluppo del bambino:

Non ci sono differenze significative nell’effetto sulla crescita del bambino, indipendentemente dal fatto che il cibo solido sia stato introdotto all’età di 4 o 6 mesi.I criteri di crescita includono peso, altezza e circonferenza della testa, nonché il fattore di rischio per l’obesità.

2. Produzione di energia necessaria all’organismo per svolgere le sue funzioni vitali:

Non era chiaro che ci fosse un effetto dell’introduzione di cibi solidi sui livelli di produzione di energia ad entrambe le età di 4 o 6 mesi, ma la differenza principale sta nella fonte di energia, poiché il neonato di quattro mesi riceve meno latte, stimato in circa 800 millilitri, mentre il bambino di sei mesi riceve La quantità di latte è di circa 900 millilitri. La differenza energetica è compensata dagli alimenti complementari per i bambini a 4 mesi di età.

 3. Livello di alimentazione del bambino:

Il ferro è considerato uno dei nutrienti più importanti nella seconda metà del primo anno di vita di un bambino, ed è stato riscontrato che i bambini che iniziano a mangiare cibi solidi all’età di quattro mesi finiscono per avere livelli di emoglobina più elevati rispetto a quelli che iniziano a mangiare cibi solidi all’età di 6 mesi. Tuttavia, questo non ha in alcun modo portato allo sviluppo di anemia in nessuna delle parti a causa della carenza di ferro, il che significa che l’effetto sulla salute dell’aumento del livello di emoglobina quando si inizia a mangiare cibi solidi precocemente è difficilmente efficace.

4. Sensibilità del bambino agli alimenti:

Ridurre la possibilità di un’allergia a cibi diversi è il primo scopo di ritardare l’inizio dell’introduzione di cibi solidi fino all’età di 6 mesi di vita del bambino, ma alcuni studi recenti che confrontano l’inizio all’età di 4 mesi e l’inizio all’età di 6 mesi hanno dimostrato che l’esposizione precoce a diversi tipi di cibo può essere un fattore Per proteggersi da un’allergia ad alcuni alimenti, ed è più correlata alla quantità di cibo fornita, i tipi più comuni di allergie sono l’ allergia al grano e l’allergia all’uovo .

Effetti sulla salute della madre in caso di allattamento al seno:

  • La madre perderà più peso durante l’allattamento all’età di 6 mesi.
  • La regolarità mestruale è stata ritardata anche durante lo svezzamento all’età di 6 mesi.

Forse i risultati della ricerca scientifica e le sue raccomandazioni nella loro interezza sono risultati facili e astratti, e rimane per ogni madre e ogni bambino avere la propria privacy e condizioni di vita talvolta soddisfacenti, e ogni madre dovrebbe sempre scegliere il sistema appropriato per l’alimentazione e la cura del proprio bambino dopo essere tornata dal pediatra specialista.

Fonti:
La scienza della mamma
C&G Babyclub

Vedere anche

Cause del dolore mestruale e il suo effetto sulla gravidanza e sul parto

Cause del dolore mestruale e il suo effetto sulla gravidanza e sul parto

Il dolore mestruale, o la cosiddetta dismenorrea, è un sintomo naturale e fisico noto a …