Come faccio a sapere la differenza tra il lavoro freddo e quello reale?

Come faccio a sapere la differenza tra il travaglio precoce e travaglio reale?

Se sei incinta, soprattutto se è la tua prima volta in gravidanza, potresti essere preoccupato per il giorno del travaglio che si avvicina, e forse uno dei segni più importanti che avverte dell’inizio del travaglio precoce è il travaglio o le contrazioni, e potresti chiederti quali tipi di contrazioni in modo da conoscere i veri segni del parto quando arrivano, Poiché ogni donna ha una gravidanza e un parto diversi dall’altra, ma la prima gravidanza per la stessa donna è diversa dalla seconda e dalla terza gravidanza, potresti non conoscere la sensazione del travaglio fino a quando non la provi, ma puoi prepararti conoscendo i segni e cosa dovrebbe accadere in questa fase. In questo articolo, apprendiamo la differenza tra un travaglio freddo e reale, i metodi per accelerare un travaglio freddo e le procedure che vengono seguite quando si verifica mentre l’utero è aperto.

La differenza tra il travaglio freddo e quello vero

Le fasi del parto sono divise in tre fasi, la prima fase inizia con il divorzio precoce o freddo che può estendersi fino a quando la cervice si allarga a tre centimetri, seguita dalla fase del vero travaglio, fino a quando la cervice raggiunge i dieci centimetri, quindi entra nella fase del parto e del parto, e in dettaglio Le fasi del parto si dividono in:

  1. travaglio precoce o freddo: la  prima delle tre fasi del parto, e il tempo più lungo, può richiedere da diverse ore a giorni, ei suoi crampi sono da lievi a moderati tra 30 e 45 secondi e possono essere irregolari con differenze tra 5-20 minuti e possono fermarsi per un po ‘, Allo stesso modo, la donna potrebbe non accorgersene tranne nelle ultime due o sei ore prima del lavoro attivo, durante il quale la cervice può aprirsi fino a tre centimetri, e possono fuoriuscire secrezioni vaginali sanguinolente chiamate “tappo uterino”, e le contrazioni si prolungano molto al primo parto, e di solito la donna torna a casa e non se ne va. All’ospedale finché non inizia il lavoro attivo o finché l’acqua del travaglio non esce.
  2. lavoro attivo: inizia quando la cervice viene aperta a una larghezza di quattro centimetri, e questa fase termina quando si apre a dieci centimetri, dopodiché il feto è pronto a scendere e le contrazioni in esso sono più gravi, più dolorose e frequenti, poiché si verificano ogni due o tre minuti e la contrazione dura più di 50 -70 secondi, e può essere accompagnato da crampi alla gamba, nausea o pressione alla schiena, ed è necessario andare in ospedale, e queste contrazioni possono richiedere da quattro a otto ore o più, poiché la cervice di solito si allarga di un centimetro ogni ora, segnando l’ingresso nella fase del parto.
  3. La fase del parto: in cui la cervice si allarga al massimo (10 cm), le contrazioni aumentano al massimo e la donna avverte una forte pressione nella parte bassa della schiena e nel perineo, in preparazione a spingere il bambino, quindi dopo che il neonato esce, le contrazioni leggere continuano fino al parto della placenta.

Esiste un tipo di travaglio o contrazioni che rafforza i muscoli dell’utero per prepararlo all’arrivo del feto chiamato falso divorzio, e di solito si verifica tra i due terzi della seconda e ultima gravidanza, e in esso si verificano attacchi di rigidità addominale o ossificazione in modo irregolare, e può essere lieve o grave nella misura in cui impedisce alla donna di svolgere il suo travaglio, e di solito si verifica Dopo la 28a settimana, ma potrebbe arrivare all’inizio della 20a settimana e potrebbe ancora verificarsi fino al nono mese.

Ma se il tempo del travaglio freddo è prolungato, può essere accelerato? Questo è ciò che sappiamo nel prossimo paragrafo.

Accelera il travaglio precoce

Le donne hanno molta paura che il parto non raggiunga il parto in ospedale, ma può accadere il contrario, e il tempo del parto è più lungo del necessario, il che richiede un intervento medico, e in aggiunta a ciò, ci sono procedure che aiutano ad accelerare il parto naturale se rimane nella fase iniziale del divorzio, e il medico deve comunque essere consultato prima del suo travaglio Ad esempio:

  1. Stare in piedi e camminare: in modo che la gravità aiuti ad aumentare la pressione sulla cervice, abbassando il feto sul bacino e con il movimento, questo può ridurre il tempo e il dolore del parto.
  2. Massaggio e stimolazione del seno: sia con tiralatte che con tiralatte,  questo aumenta la secrezione dell’ormone ossitocina nel sangue, che aumenta le contrazioni, ma dovrebbe essere evitato in caso di gravidanza ad alto rischio.
  3. Tecniche di pressione e massaggio: da professionisti per massaggiare il corpo in aree specifiche, utilizzando tecniche specializzate per ridurre il dolore, stimolare il rilassamento e aumentare la secrezione di ossitocina.
  4. Cambiare posizione: che  sia seduto su una palla da parto o su una sedia a dondolo,  cosa aiuta il feto a prendere la posizione corretta per il parto .

In alcuni casi può essere richiesto un intervento medico, ad esempio, quando non si verificano contrazioni o divorzi, o durante la fase del travaglio freddo, o esce l’acqua dal parto, con l’apertura della cervice più del necessario, o in alcuni altri casi, e nel paragrafo successivo abbiamo familiarità con i diversi interventi medici Per questi casi.

Il travaglio freddo e l’utero si aprono

L’induzione del travaglio o induzione del travaglio è un processo in cui le contrazioni uterine vengono stimolate durante la gravidanza e prima del parto, per raggiungere un parto normale, dopo aver valutato le condizioni della madre, del feto e delle condizioni cervicali, e deve essere fatto in ospedale sotto la supervisione di un medico, e tra queste tecniche:

  1. Rimozione della membrana amniotica del feto: in cui il medico usa il dito per inserirlo attraverso la cervice per separare delicatamente il sacco amniotico dal lato dell’utero, che stimola la secrezione di ormoni prostaglandinici che aiutano ad avviare le contrazioni uterine e aumentare il travaglio.
  2. Amniotomia o rottura artificiale delle membrane: durante un esame vaginale, il medico strappa il sacco amniotico con un piccolo strumento di plastica. Se la cervice è aperta, questo processo aiuta a riscaldare le contrazioni e ad accelerare il travaglio.
  3. Dare a una donna incinta ormoni prostaglandinici: sotto forma di gel, o inserendo supposte (supposte) per via vaginale, o assumendole sotto forma di compresse orali per stimolare il travaglio.
  4. Dare alla donna incinta l’  ormone ossitocina : per stimolare contrazioni e divorzio, come un medicinale “Bitocin”, e viene somministrato per iniezione endovenosa, che viene assunto in piccolissime dosi, aumentandolo gradualmente sotto stretto controllo medico.

Nella maggior parte dei casi, questi passaggi riescono a raggiungere un parto normale, ma se la stimolazione del travaglio per accelerarlo non riesce e il processo continua per ore o giorni, il medico può ricorrere a un parto cesareo.

In conclusione, cara, dopo aver appreso la differenza tra un travaglio freddo e un lavoro attivo, ti consigliamo finalmente di andare immediatamente in ospedale se il tuo travaglio o le contrazioni sono regolari, o l’intervallo tra loro è inferiore a cinque minuti, anche se sono senza dolore, e non ti sei calmato bevendo acqua o cambiando posizione o riposando O se si verifica prima della 37a settimana di gravidanza o è accompagnato da dolore, sanguinamento, flusso di liquidi o qualsiasi altro segno di parto.

Fonti:
Lavoro e parto, assistenza postpartum
Come si sentono i diversi tipi di contrazioni del lavoro?
Come dilatarsi più velocemente durante il travaglio: è possibile?
Prima fase del parto: le tre fasi del lavoro
6 metodi per accelerare il lavoro
Indurre il lavoro
Contrazioni durante la gravidanza: cosa aspettarsi

Vedere anche

Quali sono i benefici della maca per le donne incinte e i loro danni?

Quali sono i benefici della maca per le donne incinte e i loro danni?

La gravidanza ritardata è un problema che preoccupa tutte le mogli, per questo sono alla …