Benefici degli Omega 3 per le donne in gravidanza: è necessario assumerli? - Mia Gravidanza

Benefici degli Omega 3 per le donne in gravidanza: è necessario assumerli?

Gli Omega 3 sono acidi grassi essenziali che devono essere inseriti nella dieta di tutti, e una delle forme attive più importanti dell’acido docosaesaenoico, che può essere ottenuto da diverse fonti, come frutti di mare, alghe, e per le donne in gravidanza, omega 3 deve essere mangiato per la loro salute e la salute dei loro feti, perché non è prodotto nel corpo, e in questo L’articolo enumera alcuni dei benefici degli omega-3 per le donne in gravidanza, se è necessario assumerlo, al momento giusto , la quantità appropriata da mangiare, e se ci sono danni e cibi ricchi in essa, quindi seguici.

Benefici di Omega 3 per le donne in gravidanza

Gli acidi grassi essenziali, come l’omega-3, non sono prodotti nel corpo e devono essere prelevati da una fonte esterna in modo che i loro livelli nel corpo non diminuiscano.

  • Supportando lo sviluppo neurologico del feto, alcuni studi scientifici hanno scoperto che mangiare omega-3 durante la gravidanza porta a un migliore sviluppo del bambino in seguito nelle capacità di problem solving, buona comunicazione, intelligenza linguistica, sviluppo motorio e sociale, rafforzando la sua memoria visiva dei suoi coetanei, e anche riducendo le possibilità che si verifichino problemi Uno studio scientifico ha rilevato che nei primi 6 mesi di vita, i bambini le cui madri hanno assunto omega-3 durante la gravidanza erano più avanti dei loro coetanei nello sviluppo mentale e nella forza di osservazione, le cui madri hanno non assumere omega-3 durante la gravidanza per un massimo di due mesi.
  • Riducendo le possibilità di parto prematuro e preeclampsia e contribuendo ad aumentare il peso del feto alla nascita, secondo studi scientifici, che hanno rilevato che le donne che hanno consumato più omega-3 durante la gravidanza avevano i loro figli più peso di altre madri, e in un altro studio scientifico, le donne in gravidanza che hanno assunto omega-3 hanno aumentato il tempo di gravidanza rispetto ad altre. I cambiamenti nell’assunzione hanno una media di 4 giorni e in un altro studio, è stato scoperto che gli omega-3 riducono le possibilità di ripetere il parto pretermine dal 33% al 21%.
  • Ridurre i sintomi della depressione, poiché il disturbo depressivo maggiore colpisce circa il 10-20% delle donne in gravidanza, il che influisce sulla comunicazione del bambino con sua madre e sul suo sviluppo mentale e comportamentale e, a causa della gravidanza, gli omega-3 possono diminuire nel corpo della madre , che secondo alcuni studi può influenzare la sua depressione. È stato scoperto che il consumo di omega-3 per le donne in gravidanza può proteggere dai sintomi della depressione, sia durante la gravidanza che dopo il parto.
  • Sostenere la salute generale della donna incinta, poiché l’omega-3 è coinvolto nel lavoro di ogni cellula del corpo umano, in particolare le cellule del cervello, della pelle e degli occhi, e sostiene la salute del feto, il suo sviluppo mentale, costruzione degli occhi e il suo sistema nervoso.

Ma l’omega-3 è essenziale per le donne in gravidanza? E qual è il momento giusto per prenderlo? Questo è ciò che rispondiamo nel prossimo paragrafo.

L’omega-3 è essenziale per le donne in gravidanza e qual è il momento appropriato per assumerli?

Sebbene gli studi scientifici siano limitati a questo proposito, si ritiene che trascurare l’assunzione di omega-3, sia dal cibo che dagli integratori, ostacoli lo sviluppo fetale, ma le conseguenze a lungo termine del non mangiarli non sono note.

È necessario che una donna incinta assuma omega-3 per supportare lo sviluppo del cervello del feto, poiché il suo cervello inizia a svilupparsi nel primo trimestre di gravidanza intorno alla quinta settimana e questo processo di sviluppo continua per tutta la durata della gravidanza, e in tutte le fasi della gravidanza le parti del cervello del feto beneficiano dell’omega-3 che la donna incinta mangia e aiuta nel suo normale sviluppo Queste parti sono:

  • Cervelletto: responsabile del controllo del movimento.
  • Il cervello: responsabile del ricordo, del sentimento e del pensiero.
  • Il tronco cerebrale: responsabile del mantenimento in vita del corpo.

Vale la pena notare che la maggior parte delle donne in gravidanza non assume abbastanza omega-3 dal cibo, quindi il medico di solito fornisce alla donna incinta integratori alimentari per compensare la carenza, poiché si consiglia di assumerlo nel primo trimestre di gravidanza, dal 12a settimana di gravidanza, e di solito non lo ritardano, lo somministrano durante la gravidanza e dopo, e gli omega 3 possono essere utili anche prima della gravidanza , e ovviamente qualsiasi integratore deve essere assunto dopo aver consultato un medico per il dosaggio appropriato.

Nel paragrafo seguente, conosciamo la quantità richiesta di omega-3 per una donna incinta.

Quantità richiesta di omega-3 per le donne in gravidanza

Una donna incinta assume molte vitamine importanti per lei e per il suo feto, incluso l’omega 3. Inoltre, è preferibile che una donna incinta assuma almeno 200 milligrammi di omega 3 al giorno tre mesi prima della gravidanza, durante la gravidanza e dopo, per ottenere i migliori benefici per la salute per lei e per il suo feto, a condizione che la dose non superi i 1000 milligrammi al giorno e che la maggior parte delle vitamine per la gravidanza contenga questa quantità.

L’American College of Obstetricians and Gynecologists fissa la quantità massima di pesce o frutti di mare ricchi di omega-3 e poveri di mercurio a 340 grammi a settimana suddivisi in due o tre pasti a settimana in modo che il mercurio non superi la quantità consentita e il pesce che contiene leggermente più mercurio non dovrebbe superare i 170 grammi a settimana e il pesce ad alto contenuto di mercurio dovrebbe essere evitato completamente durante la gravidanza.

Poiché è difficile ottenere l’omega-3 richiesto solo dagli alimenti, a meno che la donna incinta non mangi le sue fonti costantemente e in porzioni abbondanti (170 grammi) due volte a settimana o porzioni più piccole (110 grammi) tre volte a settimana, quindi il medico di solito le prescrive integratori alimentari.

Ma c’è qualche danno per una donna incinta con omega 3? Questo è ciò che rispondiamo dopo.

C’è qualche danno da mangiare omega-3 per le donne in gravidanza?

In generale, non ci sono danni nel mangiare omega-3 per le donne in gravidanza se lo prendi secondo l’ordine del medico e purché lo assuma nelle quantità consentite e non di più, ed ecco alcuni effetti negativi del consumo di omega 3 :

  • Una donna incinta può soffrire di alito di pesce quando assume integratori di omega-3, che possono causarle disagi e disagi, specialmente quando rutta con un senso di sapore di pesce in bocca e mal di stomaco.
  • Una donna incinta può assumere integratori di omega-3 in quantità superiori a quelle consentite, che possono causare problemi, come diarrea, nausea o dolore addominale, e possono influenzare la capacità del sangue di coagulare.
  • Una donna incinta può soffrire di una reazione allergica agli integratori di omega-3, che possono essere pericolosi se è allergica al pesce o ai frutti di mare, quindi dovresti consultare il medico prima di assumerlo se sei allergico ad esso.
  • Il pesce contenente mercurio deve essere consumato entro i limiti consentiti e non in eccesso, poiché un eccesso di mercurio nel sangue rispetto a quanto consentito può influire negativamente sullo sviluppo mentale del feto e del suo sistema nervoso e danneggiarlo.

Nel paragrafo successivo, impariamo a conoscere le fonti di omega-3 e gli alimenti che ne sono ricchi.

Alimenti ricchi di Omega 3 per le donne in gravidanza

Pesce e frutti di mare sono i più ricchi di omega-3 e devono essere inseriti nella dieta della gestante con le porzioni menzionate in precedenza.Tra questi alimenti ricchi di omega-3 e poveri di mercurio, che possono essere consumati fino a 340 grammi da due a tre di loro a settimana sono i seguenti:

  • Salmone.
  • acciughe;
  • Aringa.
  • sardina.
  • Trota d’acqua dolce.
  • Sgombro (sgombro).
  • Lo spessore del pollock.
  • pesce gatto.
  • Spigola.
  • Tilapia.
  • Gamberetti o gamberetti.
  • Ostriche;
  • aragosta;
  • Tonno leggero in scatola.

Ci sono alcuni pesci che contengono livelli leggermente superiori di mercurio, ma sono ricchi di omega-3, come il tonno alalunga, le cui quantità devono essere limitate a 170 grammi a settimana, e pesci ad alto contenuto di mercurio, come lo sgombro reale, lo squalo, pesce spada e pesce tegola Le donne in gravidanza dovrebbero evitare di assumerli durante la gravidanza.

Ci sono altre fonti di omega-3 oltre a pesce e frutti di mare, come:

  • Le alghe e l’olio di alghe sono molto ricchi di omega-3 e non contengono tossine o metalli pesanti, come il mercurio, che alcune persone in tutto il mondo preferiscono mangiare.
  • noce;
  • Semi di lino, macinati o olio.
  • olio di canola.
  • Semi di girasole.
  • soia.
  • Yogurt fortificato con omega 3.
  • Uova e pollo, che contengono anche omega-3, ma in piccole quantità.

Per scegliere un buon pesce e ridurne i danni, è preferibile seguire quanto segue:

  • Evita di acquistare pesci di grandi dimensioni o predatori, poiché di solito contengono quantità maggiori di tossine e mercurio.
  • Evita di mangiare pesce, crostacei e crostacei crudi e poco cotti, poiché possono contenere batteri e virus che possono far ammalare le donne in gravidanza.

In conclusione, mia cara Super, dopo il nostro articolo sui benefici degli omega-3 per le donne in gravidanza, se sono necessari per loro, il tempo e la quantità adeguati da mangiare e i suoi danni, e abbiamo menzionato alcuni cibi ricchi di esso, la maggior parte dei frutti di mare deve essere cotto bene fino a quando la sua temperatura interna raggiunge i 63 gradi Celsius, e il pesce è completamente maturo quando La separazione della carne in lobi o scaglie e il cambiamento del colore della loro polpa relativamente trasparente in opaco, e la maturità di gamberetti e aragoste è noto quando la loro carne diventa opaca e perlacea, non aperta.

Vedere anche

Benefici dell'insalata verde per le donne in gravidanza: e verdure da evitare! - Mia Gravidanza

Benefici dell’insalata verde per le donne in gravidanza: e verdure da evitare!

Durante la gravidanza, la donna incinta deve prendersi cura della propria salute e monitorare ciò …

Lascia un commento