Le emorroidi esterne della gravidanza possono essere trattate?

Le emorroidi esterne della gravidanza possono essere trattate?

Le emorroidi sono vene gonfie e infiammate nell’ano, che è uno dei fastidiosi sintomi che potresti provare durante la gravidanza e ti causano una sensazione di prurito, dolore e disagio, e le emorroidi si verificano principalmente a causa della stitichezza a causa della pressione di il feto sull’intestino, quindi è comune nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, a causa dell’aumento delle sue dimensioni, e potresti anche diventare stitico a causa della mancanza di assunzione di acqua e fibre durante la prima gravidanza, specialmente con il nausea che provi durante quel periodo, e in generale le emorroidi possono verificarsi esternamente o internamente, e se ti stai chiedendo: “Le emorroidi esterne della gravidanza possono essere trattate in modo sicuro?” E se scompariranno dopo la nascita o no, scopri la risposta in questo articolo.

Le emorroidi esterne della gravidanza possono essere trattate?

Le emorroidi esterne si formano all’esterno dell’ano e sono solitamente accompagnate da sintomi come:

  • Prurito intorno all’ano.
  • Noduli duri e dolorosi vicino all’ano.
  • Dolore nella zona anale che può peggiorare quando si è seduti.
  • Emorragia con movimenti intestinali.

Le emorroidi di solito scompaiono da sole entro pochi giorni fino a settimane, ma a volte potrebbero aver bisogno di cure e puoi alleviare i sintomi delle emorroidi durante la gravidanza e prevenirle seguendo i seguenti suggerimenti:

  1. Bere molta acqua: il miglior trattamento per le emorroidi durante la gravidanza è bere una grande quantità di acqua, che aiuta ad ammorbidire le feci, riduce le possibilità di infezione e non aumenta la sua gravità se le hai già.
  2. Mangiare fibre: le fibre aiutano a regolare i movimenti intestinali e a spingere fuori le feci regolarmente, riducendo le possibilità di stitichezza ed emorroidi.
  3. Fai esercizi di Kegel: il tuo medico potrebbe consigliarti di fare esercizi di Kegel per facilitare il parto naturale, così come questi esercizi funzionano per prevenire le emorroidi e trattarle migliorando la circolazione sanguigna nella zona anale.
  4. Dormire su un lato: non è preferibile dormire sulla schiena dopo i primi tre mesi, poiché la dimensione del feto aumenta e fa pressione sul retto, quindi è meglio dormire su un lato, e meglio sul lato sinistro , per stimolare la circolazione sanguigna verso la placenta e alleviare la pressione sulle vene del retto.
  5. Movimento continuo: non sedersi o stare in piedi per lunghi periodi, provare a camminare a ritmo sostenuto per cinque minuti ogni ora, per stimolare la circolazione sanguigna nella parte inferiore del corpo e il movimento delle scorie attraverso l’intestino, e si può anche fare un moderato esercizio dopo consultare un medico.
  6. Evita l’escrezione violenta: Evita la pressione per espellere i rifiuti, poiché questa è una delle cause più importanti delle emorroidi, ed è meglio prendere acqua e fibre – come abbiamo detto – per facilitare l’escrezione ed evitare la stitichezza.
  7. Sedersi in acqua calda: riempire la vasca con acqua calda e sedersi, aiuta ad alleviare la sensazione di dolore e congestione.
  8. Sedersi su un comodo cuscino: potrebbe essere difficile per te sederti a causa delle emorroidi, quindi prova un cuscino a ciambella, che può alleviare la pressione sull’ano e impedirti di provare dolore mentre sei seduto.
  9. Impacchi di ghiaccio: gli impacchi di ghiaccio aiutano a intorpidire leggermente l’area, riducendo la sensazione di dolore, soprattutto dopo un movimento intestinale.
  10. Creme di idrocortisone: l’ idrocortisone topico aiuta a ridurre l’infiammazione associata alle emorroidi e, sebbene sia sicuro, dovresti consultare il tuo medico prima di usare qualsiasi farmaco durante la gravidanza.
  11. Assumere lassativi adatti alla gravidanza: ci sono molti lassativi che possono essere usati tranquillamente durante la gravidanza, che aiutano a favorire il movimento intestinale e ad ammorbidire le feci, consultare il proprio medico per prescriverli per voi.
  12. Creme per emorroidi: le creme esterne aiutano a curare le emorroidi e ad alleviare i loro sintomi, soprattutto perché la maggior parte di esse contiene un anestetico locale, che può ridurre la sensazione di dolore prima e dopo la defecazione.

Le emorroidi della gravidanza scompaiono dopo il parto?

Le emorroidi in gravidanza possono scomparire da sole dopo diversi giorni – come abbiamo accennato – soprattutto seguendo sane abitudini quotidiane, ma dopo il parto ci sono diverse possibilità, o le emorroidi scompaiono dopo un breve periodo di nascita o aumentano di gravità, o addirittura prima volta dopo il parto, con La pressione del feto sulle vene del retto e della regione perineale, come conseguenza della sua discesa nel canale del parto, e con la spinta durante il parto naturale si possono sviluppare emorroidi, così come il livello del l’ormone progesterone aumenta nella tarda gravidanza per preparare il corpo al parto, poiché lavora per rilassare i legamenti e le articolazioni, per facilitare l’uscita del feto e rilassare le pareti dei vasi sanguigni, che causa la sua debolezza e aumenta le possibilità di infiammazione e gonfiore, tutti questi motivi aumentano le possibilità di sviluppare emorroidi dopo il parto.

 La stitichezza è anche comune dopo il parto a causa dell’allattamento al seno, poiché l’acqua nel corpo diminuisce e le feci diventano solide, il che causa le emorroidi, che di solito scompaiono dopo diverse settimane dalla nascita.

In breve, si può dire che le emorroidi possono scomparire diverse settimane dopo il parto, e potresti averle per la prima volta a seguito del parto, o la loro gravità aumenta se le avevi già prima del parto, il che richiede un periodo di recupero più lungo che può arrivare a mesi, dipende dalla tua condizione corporea, dieta e tipo di nascita

Gentile, ti abbiamo risposto durante l’articolo sulla domanda “Si possono curare le emorroidi esterne in gravidanza?” Ti consigliamo di mantenere finalmente una dieta equilibrata e sane abitudini quotidiane per prevenirle Consulta il tuo medico, per prescriverti farmaci adatti a te durante la gravidanza.

 

Vedere anche

Quali sono le cause dell'ormone della gravidanza alto dopo un aborto spontaneo?

Quali sono le cause dell’ormone della gravidanza alto dopo un aborto spontaneo?

L’aborto è un’esperienza crudele per ogni donna che ha avuto un aborto spontaneo, ma non …