Come ti prendi cura di te nei primi giorni dopo il parto?

Come ti prendi cura di te nei primi giorni dopo il parto?

Sappiamo molto bene che potresti non avere il tempo di prenderti cura di te stesso dopo il parto, sei diventata madre, ma dovresti concederti un po ‘di tempo per riprenderti rapidamente ed evitare alcuni dei problemi che possono verificarsi dopo il parto, quindi parleremo con te ora di come prenderti cura di te stesso e affrontare le cose che sono Ne sei esposto dopo il parto.

Come mi prendo cura di me stesso dopo il parto?

  • Movimento: il tuo movimento dipende dal tipo di parto, quindi un parto cesareo in cui è preferibile camminare un po ‘durante le prime 6 o 12 ore, poi riposare in seguito per migliorare la tua posizione.
  • Sanguinamento vaginale «sangue postpartum»: dura da due a sei settimane dopo il parto, e devi prestare attenzione alla tua igiene personale, soprattutto se la tua nascita è normale e hai una ferita nella vagina
  • Ferita del parto: in questi giorni spesso non c’è nascita senza ferita. Nel parto normale c’è una semplice ferita nella zona vaginale «allargata», e nel parto cesareo, ovviamente, sappiamo tutti che c’è una ferita nell’addome inferiore «aperta», quindi dovresti prestare attenzione a prendere i farmaci prescritti per te, in particolare antibiotici e antibiotici Infiammazione, in modo da recuperare rapidamente dalla ferita, mentre ti prendi cura della tua igiene personale, in modo da evitare qualsiasi infezione nel sito della ferita e devi riposare, perché il tuo corpo ha bisogno di riposo finché la ferita non guarisce, ed è un’opportunità .. Molti di quelli intorno a te ti aiutano in questi giorni.
  • Allattamento al seno per la prima volta: non è facile .. Potresti soffrire fino a quando il latte arriva al tuo bambino, ma non preoccuparti, questo è normale, perché nei primi giorni dopo la nascita il latte è piccolo e poi aumenta dopo quello, ma la cosa più difficile è che la maggior parte delle donne soffre di capezzoli screpolati, soprattutto Durante i primi dieci giorni, poiché il capezzolo è sensibile in quel momento, o il bambino potrebbe non allattare al seno nella posizione corretta, e se la situazione peggiora, dovresti consultare un medico. Inoltre, può verificarsi un’infezione al seno a causa del blocco dei condotti del latte nel seno o del mancato svuotamento del seno durante l’allattamento e si verifica una congestione Per il seno, e risolvendo questo problema dopo che il tuo bambino ha finito di allattare, devi svuotare completamente il seno premendolo per “spremere” o usando un tiralatte. Questo metodo funziona anche per aumentare la produzione di latte nei primi giorni, e dovresti prestare attenzione a lavarti le mani e il capezzolo prima di allattare per evitare qualsiasi infezione.
  • Baby blues o depressione postpartum: circa il 70% delle donne ne soffre dopo il parto a causa dell’improvviso cambiamento degli ormoni della madre dopo il parto, con il suo senso di responsabilità, e può durare per alcune settimane, quindi la donna avverte uno stato d’animo instabile, tensione e ansia con insonnia e stanchezza e forse piange senza motivo, e può aiutare. Per sbarazzarsi di lui supporto da coloro che ti circondano e dormire a sufficienza, quindi non trascurare i tuoi periodi di sonno, e dobbiamo distinguere tra depressione postpartum e depressione, la depressione dura da diverse settimane a diversi mesi e può accadere in qualsiasi momento nel primo anno dopo la nascita, quindi se lo noti Questa condizione dura più di un mese, quindi dovresti vedere uno psichiatra.
  • Emorroidi: le donne spesso ne soffrono dopo il parto e la maggior parte delle volte una donna soffre di emorroidi durante la gravidanza e hanno maggiori probabilità di soffrire di emorroidi durante il normale parto, quindi dovresti usare alcuni unguenti per alleviare il suo dolore ed evitare completamente la stitichezza aumentando la fibra e il fluido nella tua dieta.
  • Stitichezza: un problema che si manifesta durante la gravidanza, e può continuare anche dopo il parto, e può essere superato con abbondanza di liquidi, cibi ricchi di fibre, frutta e verdura, e se ciò non bastasse, puoi prendere un lassativo.
  • Dolore alla schiena e al bacino: molti se ne lamentano dopo il parto e questi dolori possono durare fino a sei mesi e possono essere superati o ridotti mantenendo la sessione corretta durante l’allattamento e prendersi cura del bambino e fare i lavori domestici aiuta anche ad alleviare o prevenire il mal di schiena.
  • Problemi alla vescica: la cistite può verificarsi dopo il parto, soprattutto se viene utilizzato un catetere, come accade in un parto cesareo, e la cistite è caratterizzata da dolore durante la minzione e trattata con antibiotici, e puoi fare riferimento al medico per determinare il trattamento appropriato, e c’è un altro problema che è l’incontinenza urinaria, specialmente i primi tre mesi Dopo il parto, gli esercizi pelvici aiutano a ridurre questo problema mantenendo un peso sano.

Consigli generali durante la prima settimana dopo la nascita

  1. Pensa ai primi tre mesi dopo il parto come al quarto trimestre di gravidanza, durante il quale dovresti nutrirti bene, in modo che le tue ferite possano guarire e allattare al seno con successo.
  2. Non ti aspetti di essere in grado di creare una routine per la tua vita dopo il parto, ma ci vuole più tempo.
  3. Aspettati lacrime e risate in qualsiasi momento, poiché questo è un momento di sbalzi d’umore.
  4. Accetta l’aiuto degli altri, poiché questo ti dà supporto e ti rende più facile.
  5. Non ti gravare di accettare molte visite nella prima settimana, ma puoi limitare il numero di visitatori.
  6. Dormi quando il tuo bambino dorme, o almeno sdraiati accanto a lui e rilassati.
  7. Passa un po ‘di tempo con tuo figlio, guardandolo con gli occhi e coccolandolo finché non vi legate.
  8. Condividi tuo marito con i tuoi compiti, ha anche bisogno di legare con suo figlio e così puoi riposarti.
  9.  Siediti quando fai qualcosa per risparmiare energia e proteggere la schiena e ricorda che i tuoi muscoli sono ancora deboli.
  10.  Dedica un po ‘di tempo a te stesso ogni giorno per leggere, guardare la TV o parlare con un amico: ti aiuta molto.

Vedere anche

Lo zafferano è dannoso per una donna incinta?

Lo zafferano è dannoso per una donna incinta?

Durante la gravidanza, stai molto attento quando scegli il tuo cibo, perché alcuni alimenti possono …

Lascia un commento