Come prendersi cura di una ferita naturale del parto

Come prendersi cura di una ferita naturale del parto

Abbiamo parlato prima di come prendersi cura di una ferita da parto cesareo .. Oggi continueremo la nostra discussione sulla ferita naturale del parto e su come prendersene cura.
All’inizio ringrazio per la tua incolumità e l’incolumità del neonato, nonostante la difficoltà di vivere un parto naturale, ma il dolore scompare subito dopo il parto .. Rimane un leggero dolore che dura due o tre settimane, che è il dolore derivante da uno strappo di una piccola parte tra l’apertura della vagina e l’uscita (ano). Si chiama (episiotomia) e può essere necessario più tempo per guarire a causa della sutura, ed è anche un metodo cosmetico. Questo taglio di solito avviene per facilitare il processo del parto e l’uscita del bambino in modo corretto. Se la madre non può spingere con forza o la testa del bambino è troppo grande.

Durante il parto:

La ferita viene suturata durante il parto e mentre si riceve un anestetico locale, non si avverte dolore subito dopo il recupero a causa dell’assunzione di molti antidolorifici, e mentre il dolore inizia a manifestarsi dal giorno dopo la nascita e può essere accompagnato anche da qualche lieve livido.

Il dolore è possibile per un determinato periodo e non dura molto con te .. Puoi anche alleviarlo attraverso gli antidolorifici che ti darà il tuo ostetrico, che sono unguenti e gel per alleviare il dolore, o con alcuni dei seguenti metodi naturali:

Metodi per alleviare una ferita naturale del parto

  • Acqua calda, facendo il bagno, la doccia o sedendosi in una vasca piena di acqua calda.
  • L’acqua fredda si comprime sulla zona della ferita.
  • Siediti su un cuscino o su un sedile in gomma morbida.
  • Cambia gli assorbenti più di una volta al giorno e lavati le mani prima e dopo averli cambiati. E la massima cura per pulire e disinfettare questa zona per non limitare le infezioni batteriche.
  • Ricordati di fare esercizi pelvici (esercizi di Kegel) il prima possibile dopo il parto e di continuare perché questi esercizi aumentano il flusso sanguigno nell’area e accelerano il processo di guarigione della ferita.
  • Le prime volte che devi andare in bagno dopo il parto, stira i punti di cucito con carta igienica pulita per proteggerli e ridurre il tuo senso di possibilità che scoppino (che, tra l’altro, non scivoleranno via).
  • Quanto sopra ridurrà il dolore fino a quando i punti non guariranno da soli.

I punti guariscono entro tre o quattro settimane dalla nascita e se ciò non accade e continui a provare disagio, consulta immediatamente il medico.

Vedere anche

Ci sono benefici dei semi di ravanello per una gravidanza gemellare?

Ci sono benefici dei semi di ravanello per una gravidanza gemellare?

Il periodo della gravidanza è uno dei momenti magici e importanti nella vita di una …

Lascia un commento