5 cose da fare dopo ogni poppata

5 cose da fare dopo ogni poppata

L’allattamento al seno non si limita solo a fornire il cibo ideale affinché il bambino cresca in buona salute, ma gli fornisce anche un’immunità più forte e una salute migliore, quindi ogni madre deve prepararsi in modo sano e psicologico ad allattare il suo bambino prendendosi cura della sua salute e alimentazione e imparando di più sull’allattamento al seno. Per rendere il processo di allattamento un successo e il beneficio del tuo bambino, devi seguire i passaggi dopo l’allattamento e prenderlo dopo ogni poppata, in modo da prenderti cura della tua salute e della salute del tuo piccolo.

Passaggi dopo l’alimentazione

Pulisci e asciuga bene il seno e i capezzoli

Certo, mia cara, sei desideroso di fornire un ambiente pulito e sterile per il tuo bambino la cui immunità non è stata ancora completata, quindi non dimenticare di pulire i tuoi capezzoli dopo ogni poppata dagli effetti della saliva di tuo figlio, che è un ambiente attraente per funghi e batteri che non vorresti mai trasferire alla bocca di tuo figlio nella prossima poppata. Puoi farlo posizionando un batuffolo di cotone e una ciotola di acqua pulita accanto a te e usandola per asciugarti il ​​seno dopo ogni poppata, specialmente durante il periodo di recupero da una ferita del parto, poiché sarà difficile per te andare in bagno più volte dopo ogni poppata per lavare e pulire il seno.

Idratare i capezzoli

Nel primo periodo dopo il parto, dovrai idratare costantemente i capezzoli per abituarti all’alimentazione e, per evitare crepe dolorose e ferite sui capezzoli, utilizzare una crema idratante che contiene lanolina, che aiuta a ricostituire le cellule della pelle e idratarle in modo efficiente, oppure applicare un po ‘di latte dal seno al capezzolo dopo averlo pulito E asciugali bene, contiene proprietà curative e idratanti che proteggono i capezzoli e impediscono loro di screpolarsi.

Se senti un forte dolore ai capezzoli durante l’allattamento, è molto probabile che il tuo bambino non sia attaccato correttamente ai capezzoli, quindi dovresti imparare le posizioni di alimentazione corrette e scegliere quello che ti si addice per evitare di provare dolore, invece di applicare quantità infinite di creme idratanti inutilmente. Si consiglia inoltre di utilizzare coppette assorbilatte in cotone, per evitare che i capezzoli sfreghino contro indumenti e irritazioni, e per assorbire il latte in eccesso ed evitare che coli dal seno ai vestiti, avendo cura di cambiarli costantemente non appena sono pieni.

Ruttare il tuo piccolo

Nei primi mesi di vita, il bambino sviluppa la sua abilità nel succhiare e succhiare, e nel frattempo ingoia grandi quantità d’aria, e non ha la capacità di ruttare ed espellere l’aria da solo, quindi devi aiutarlo tenendolo in posizione verticale e dandogli pacche sulla schiena finché l’aria in eccesso non esce dallo stomaco. Con il tempo, le abilità del tuo bambino nell’allattamento al seno si svilupperanno e la sua deglutizione d’aria diminuirà durante questo periodo, e continuerà a sviluppare le sue abilità fino a quando non ti sorprende eruttando da solo senza assistenza, spesso dopo essere stato in grado di indurire la schiena e sedersi a metà sessione.

Pulisci la lingua del bambino dalle tracce di latte

Molti neonati sono esposti al problema della lingua lattea, che è uno strato bianco che copre la lingua del neonato e su di essa crescono dei funghi, che provoca un odore sgradevole alla bocca del bambino, e in alcuni casi non è in grado di allattare a causa dei funghi accumulati sulla sua lingua. Per evitare ciò, dovresti pulire correttamente la lingua del tuo bambino dopo ogni poppata, o almeno due volte al giorno.

Per fare questo, lavati bene le mani, quindi avvolgi un pezzo di garza pulita sul dito, quindi bagnalo con un po ‘di acqua tiepida precedentemente bollita, asciuga la lingua del tuo bambino dalle tracce di latte e pulisci delicatamente anche le gengive e l’interno della bocca.

Offri dell’acqua al bambino

Dopo la comparsa dei primi denti del tuo bambino, dovresti prestare attenzione al problema della carie dovuta all’allattamento al seno, in particolare l’alimentazione notturna, poiché l’accumulo di residui di latte nella bocca del bambino porta alla crescita dei batteri che si nutrono di esso, lasciando tracce acide che feriscono i denti del tuo bambino e portano alla carie. Quindi offri al tuo bambino un po ‘d’acqua dopo ogni poppata, per ridurre la concentrazione di residui di latte nella sua bocca e per proteggere i suoi giovani denti dalla carie .

Ma alcuni problemi comuni possono apparire con l’allattamento al seno di tuo figlio, e qui ci sono alcuni di loro e modi per affrontarli.

Bambino che vomita dopo l’alimentazione

Il bambino può vomitare perché consuma più del suo fabbisogno di latte materno, e in rari casi può essere dovuto al reflusso, e se è una piccola quantità, questo è normale dopo l’allattamento, ma se è una grande quantità, avrà bisogno di un follow-up continuo con il suo medico, per assicurarsi che la questione sia normale, e da Non influisce sulla sua crescita, sviluppo e aumento di peso.

Allattamento

Molte madri si chiedono quale sia il periodo ideale in cui il bambino deve allattare ed essere soddisfatto.La maggior parte dei bambini impiega in media 10-20 minuti per poppata, ma la durata dell’allattamento al seno può variare da 5 a 45 minuti ogni volta. Alcuni bambini possono ottenere una nutrizione completa dall’allattamento al seno in soli 8 minuti, mentre altri ottengono la stessa quantità in 30 minuti, a seconda di diversi fattori:

Fattori che determinano il momento dell’allattamento al seno

  1. Età: i bambini più grandi ricevono abbastanza latte materno in un periodo di tempo più breve.
  2. Vigilanza: un bambino che si addormenta mentre si allatta non succhia adeguatamente rispetto a un bambino che è sveglio durante la poppata.
  3. Stato di salute: il bambino non ancora completamente sviluppato ha difficoltà ad allattare e necessita di pause frequenti che prolungano il tempo di allattamento.
  4. La natura del latte materno: se sei una madre con una carenza di latte materno, il bambino potrebbe aver bisogno di più tempo per allattare, per avere più latte a sufficienza.
  5. Quanto scorre il latte materno: Il latte che scorre rapidamente dal seno, aiuta il bambino a essere pieno più velocemente e viceversa.

Periodo di allattamento in base all’età

L’età ha il maggiore impatto sulla durata dell’allattamento al seno, come segue:

Neonati

Dovrebbero essere applicati su ciascun seno per 2-3 ore per 10-15 minuti, finché non ne avranno abbastanza, e questo consente anche al corpo della madre di produrre più latte materno.

Per assicurarti che tuo figlio sia soddisfatto, nota questi segni:

  1. Il bambino bagna 6 pannolini dopo il quinto giorno di nascita.
  2. È comodo e dorme bene dopo ogni poppata.
  3. La madre si sente a suo agio nel seno dopo l’allattamento.
  4. Un bambino aumenta di peso a un ritmo normale ogni mese .

Bambini da 3-4 mesi

Durante questo periodo, i tempi di poppata si accorciano gradualmente e spesso il bambino impiega solo 5-10 minuti per ottenere ciò di cui ha bisogno.

Bambini di 6-9 mesi

Con l’inizio del consumo di cibi solidi, l’allattamento al seno per il bambino diventerà un fast food, ma potrebbe richiedere più tempo la sera prima di andare a letto o durante il periodo di malattia.

Bambini dopo 9 mesi

Nonostante l’importanza dell’allattamento al seno per i bambini, non dovrebbe essere la loro principale fonte di nutrimento a questa età, quindi dovrebbero mangiare una varietà di cibi che li aiutino a costruire il loro corpo.

Ma ad ogni poppata, il bambino dovrebbe allattare abbastanza a lungo, in modo da ottenere il latte che è più ricco di grassi e calorie in una fase avanzata dell’allattamento, che lo aiuta ad aumentare il suo peso e gli basta tra le poppate. E inoltre, in modo che il seno non rimanga pieno e per evitare complicazioni come dolore, dotti ostruiti e una diminuzione della quantità prodotta dopo.

Con l’allattamento al seno, è necessario saperne di più, come i passaggi dopo l’allattamento e altre questioni relative all’allattamento al seno, e dopo aver conosciuto i metodi corretti per tutto ciò che è correlato, sarai in grado di godertelo. Non esitare a chiedere sostegno e aiuto al tuo medico o al medico del tuo bambino se hai difficoltà o domande sull’allattamento al seno e sappi che ogni madre e ogni bambino sono diversi.

Fonti:
Perché il mio neonato vomita?
Quanto tempo per allattare un bambino

Vedere anche

Come faccio a sapere la gravidanza dal colore delle urine?

Come faccio a sapere se sono incinta dal colore delle urine?

Se stai pianificando una gravidanza, puoi aspettare con impazienza il tuo periodo e osservare i …

Lascia un commento