Tutto su gravidanza e parto dopo i trentacinque anni

Tutto su gravidanza e parto dopo i trentacinque anni

Recentemente, ritardare la decisione di avere figli è diventato un evento comune tra le donne, e quindi la presenza di una madre incinta tra la metà degli anni trenta e persino i quaranta è diventata una questione comune nonostante le molteplici paure e avvertimenti che la madre o coloro che le circondano temono, soprattutto se si tratta del primo parto.
In un precedente articolo, abbiamo parlato di tutto ciò che riguarda le possibilità di gravidanza e fertilità a metà degli anni Trenta … e oggi continuiamo la nostra conversazione nel caso in cui tu conosca la buona notizia di essere incinta.
Qui inizia un altro viaggio per prendersi cura della salute della madre e del feto in parallelo, e sebbene sia un viaggio pieno di voci che non hanno basi scientifiche, è anche un viaggio importante che richiede alla madre e alle persone intorno a lei di prestare particolare e attenta cura durante tutto il periodo della gravidanza per poter partorire in pace il suo bambino.

Oggi risponderemo alle domande che potresti avere sulla gravidanza dopo i trentacinque anni fino ai quaranta:

C’è il rischio per la madre o il feto di avere figli a questa età?

La buona notizia è che la maggior parte delle gravidanze tra i 35 ei 40 anni non affronta la madre con problemi particolari o, più precisamente, problemi legati all’età .. fintanto che è in buona salute e non soffre di malattie o condizioni di salute critiche.
Allo stesso tempo, l’esposizione ad alcune malattie comuni durante la gravidanza aumenta tra le madri più anziane, come:
  •  Diabete gestazionale (Leggi: tutto sul diabete gestazionale )
  • Ipertensione
  • Eclampsia
  • Rischi sullo sviluppo della placenta
  • Semplice aborto

Il rischio di avere un figlio con un difetto genetico o sindrome di Down?

Nonostante la possibilità di controllare le suddette complicanze della gravidanza a cui è esposta una donna incinta a qualsiasi età, ma aumenta con l’avvicinarsi dei quaranta, ma il rischio reale risiede nell’infezione del feto con quella che viene chiamata sindrome di Down, in quanto secondo gli ultimi studi medici, la probabilità di partorire un feto affetto dalla sindrome non aumenta senza aumentare. In un rapporto di 1 su 164 feti di donne incinte all’età di 40:45 anni, ciò si verifica a seguito di eventi cromosomici e genetici legati alla gravidanza nella quarantenne e sopra. È lo stesso difetto che può causare malformazioni congenite del feto .. Dio non voglia.
Tuttavia, tutte le complicazioni precedenti possono essere conosciute e affrontate dal punto di vista medico conducendo gli esami e le analisi necessarie che rivelano eventuali difetti genetici del feto prima della nascita, ed è fatto sia per il padre che per la madre, oltre al regolare follow-up da parte dell’ostetrico-ginecologo della madre.

E il metodo di nascita?

La necessità di un parto cesareo aumenta nelle gravidanze dopo la metà degli anni Trenta per preservare la salute della madre e del feto, e aumenta maggiormente con le madri in sovrappeso.

Suggerimenti per le future mamme dopo i trentacinque anni:

Non allarmarti per alcuni dei problemi aggiuntivi che potresti incontrare, poiché è molto normale Pensa alla tua salute e alla salute del tuo bambino e segui quanto segue fino a quando la gravidanza non sarà passata in pace. Che si tratti della tua prima o seconda gravidanza, segui quanto segue:

  • Assumere acido folico a una velocità di 400 grammi al giorno – dopo aver consultato un medico – per mantenere la salute della gravidanza e la sicurezza del feto dai difetti alla nascita.
  • Se sei in sovrappeso, dovresti seguire una dieta sana e attenta consultando il tuo medico, perché questo contribuirà al passaggio del periodo di gravidanza senza complicazioni.
  • Evita completamente il fumo, i fumatori, le bevande alcoliche o stimolanti e le bevande energetiche.
  • Follow-up .. Follow-up .. Follow-up, non trascurare il tuo follow-up settimanale con il medico perché ti aiuterà nel caso in cui dovessero derivare complicazioni dalla gravidanza e risolverle presto.
  • Non assumere farmaci senza consultare il medico e sotto la sua supervisione personale.
  • Presta attenzione a una buona alimentazione, riposo e non superlavoro.
  • Fai amicizie e conversazioni incoraggianti e di sostegno con le future mamme della stessa età. Questo ti rassicurerà molto.

Ti auguriamo una nascita felice e un bambino sano.

Vedere anche

Cosa danneggia le cipolle per le donne incinte nel primo mese?

Cosa danneggia le cipolle per le donne incinte nel primo mese?

Le cipolle sono una parte essenziale della maggior parte delle ricette alimentari in tutto il …

Lascia un commento